" La perfezione mi fa schifo, mi repelle. Tutte quelle donne e quegli uomini che cercano la perfezione negli stereotipi creati della società mi fanno venire il vomito. Fottuti manichini di carne, senza personalità o amore per se stessi. Stessi vestiti, stessa musica, stesse espressioni, stessi cibi, stesse scopate, stesse auto, stesse vite…e alla fine? Stessi suicidi neurali di massa. Perché vivere come un automa è senza ombra di dubbio un suicidio. Quando tutti si è uguali, tutti si è nessuno. La perfezione è un uccellino in gabbia che vive, mangia, caga e muore con il solo scopo d'essere ammirato. Io voglio vivere libero, spiumato, infreddolito, denutrito ma libero "
- Charles Bukowski

sabato 24 giugno 2017

Richard Chizmar parla del suo nuovo libro

Richard Chizmar, fondatore della prestigiosa e ben nota casa editrice Cemetery Dance Publications, ha rilasciato qualche tempo fa un'intervista per parlare di un suo sogno diventato realtà: scrivere e pubblicare una novella con Stephen King.
Il 16 maggio scorso è infatti uscito, in tutti gli States, GWENDY'S BUTTON BOX, un progetto al quale ha contribuito il RE del brivido dando così ulteriore lustro alla casa editrice.

"King mi disse di avere in sospeso un racconto che non riusciva a terminare ed espressi il mio desiderio di leggerlo. La sera successiva lo trovai nella mia casella di posta con le parole: fanne quello che vuoi. Entusiasta e terrorizzato allo stesso tempo lascia che l'idea si sedimentasse per tutto il week-end ma il lunedì successivo, quando mi sedetti alla scrivania, la paura non mi era passata e per una buona ora e mezza non riuscii a scrivere nulla.
Come avrei potuto collaborare con Stephen King? Poco a poco la sensazione di smarrimento però mi abbandonò e in un batter di ciglio mi ritrovai a Castle Rock. Dopo aver scritto alcune pagine le inviai a lui, ci passammo la palla a vicenda per diverso tempo fino a riscrivere l'intera storia. Ci siamo migliorati a vicenda e il tutto è stato dannatamente affascinante e divertente".

La storia, ambientata nella fittizia città di Castle Rock nell'anno 1974, racconta della dodicenne Gwendy Peterson che incontra uno sconosciuto in abiti e cappello nero che la invita a 'Palaver'.





Enrico

Nessun commento:

Posta un commento